Pandemia tutta la storia

pandemia storia

Pandemia tutta la storia

Ricercatori medici hanno differito per anni sulla definizione esatta di una pandemia (è una pandemia o un’epidemia), ma una cosa su cui tutti concordano è che la parola descrive l’insorgenza diffusa della malattia, in eccesso rispetto a ciò che potrebbe normalmente essere previsto in una regione geografica.

Il colera, la peste bubbonica, il vaiolo e l’influenza sono alcuni dei killer più brutali della storia umana. E i focolai di queste malattie oltre i confini internazionali, sono correttamente definiti come pandemia, in particolare il vaiolo, che nel corso della storia ha ucciso tra i 300 ei 500 milioni di persone nella sua esistenza di 12000 anni.

Il più recente scoppio del virus Ebola, che ha ucciso migliaia di persone, è ancora confinato in Africa occidentale. Potrebbe un giorno essere una pandemia, ma per ora è considerata un’epidemia – e quindi non è inclusa in questo elenco.

1981: HIV / AIDS 36 000 000 morti

Scoperto per la prima volta nel 1981, l’ AIDS distrugge il sistema immunitario di una persona, provocando la morte per malattie che il corpo di solito combatte. Coloro che sono infetti dal virus dell’HIV incontrano febbre, mal di testa e linfonodi ingrossati dopo l’infezione. Quando i sintomi si attenuano, i portatori diventano altamente infettivi attraverso il sangue e il liquido genitale e la malattia distrugge le cellule T.

pandemia

1957: influenza asiatica 1 000 000 morti

Partita da Hong Kong e diffondendosi in tutta la Cina e poi negli Stati Uniti, l’influenza asiatica si diffuse in Inghilterra dove, per sei mesi, morirono 14.000 persone. Una seconda ondata seguì all’inizio del 1958, causando un totale stimato di circa 1,1 milioni di morti a livello globale, con 116.000 morti solo negli Stati Uniti. È stato sviluppato un vaccino contenente efficacemente la pandemia.

1918: influenza spagnola 40 000 000 morti

Ha provocato 50 milioni di morti in tutto il mondo, si ipotizza che l’ influenza spagnola abbia avuto origine in Cina e sia stata diffusa da lavoratori cinesi trasportati per ferrovia in tutto il Canada durante il loro viaggio verso l’Europa. In Nord America, l’influenza è apparsa per la prima volta in Kansas all’inizio del 1918 ed era visibile in Europa entro la primavera. I rapporti sui servizi di filo di un focolaio di influenza a Madrid nella primavera del 1918 portarono alla pandemia chiamata ” influenza spagnola “.

Pandemia tutta la storia

1889: influenza russa 1 000 000

E’ stata la prima significativa pandemia di influenza è iniziata in Siberia e Kazakistan, ha viaggiato fino a Mosca e si è fatta strada in Finlandia e poi in Polonia, dove si è trasferita nel resto d’Europa. L’anno seguente, aveva attraversato l’oceano in Nord America e Africa.

1855: Pandemia della terza peste 2 000 000 morti

 Diffusa dalle pulci durante un boom minerario nello Yunnan, la peste è considerata un fattore nella ribellione di Parthay e nella ribellione di Taiping. L’India ha dovuto affrontare le perdite più gravi e l’epidemia è stata usata come scusa per politiche repressive che hanno scatenato una rivolta contro gli inglesi. La pandemia fu considerata attiva fino al 1960 quando i casi scesero sotto i duecento.

1492: lo scambio colombiano 5 000 000 morti

Con l’ arrivo degli spagnoli nei Caraibi, gli europei hanno trasmesso malattie come il vaiolo, il morbillo e la peste bubbonica. Senza una precedente esposizione, queste malattie hanno devastato le popolazioni indigene, con oltre il 90% di morte in tutti i continenti nord e sud.

All’arrivo sull’isola di Hispaniola, Cristoforo Colombo incontrò il popolo Taino, con una popolazione di 60.000 abitanti. Nel 1548, la popolazione era a meno di 500. Questo scenario si ripeté in tutte le Americhe.

Nel 1520, l’ Impero azteco fu distrutto da un’infezione da vaiolo causata da schiavi africani.

1350: La morte nera 20 000 000 morti

La causa della morte di un terzo della popolazione mondiale, questa seconda apparizione della peste bubbonica è probabilmente iniziata in Asia e si è spostata a ovest. Entrando in Sicilia nel 1347 d.C. quando arrivarono i malati di peste nel porto di Messina, si diffuse rapidamente in tutta Europa. I cadaveri divennero così diffusi che molti rimasero in decomposizione sul terreno e crearono un fetore costante nelle città.

Pandemia tutta la storia

Abiti stile anni 20 30 40
Abiti stile anni 20 30 40
IL TUO PENSIERO CI INTERESSA
[Total: 1 Average: 5]