Bob Dylan e il suo whisky

Bob Dylan e il suo whisky

Bob Dylan e il suo whisky

Bob Dylan crea il suo marchio di whiskeys, Heaven’s Door, a cominciare da un bourbon di sette anni, un whisky americano “double-barrel” e una segale finita in botti di rovere della regione dei Vosgi francesi.

Il signor Dylan e la sua squadra non fanno il whisky; lo acquistano da produttori segreti e aggiungono i propri blend prima dell’imbottigliamento. 

Straight Tennessee Bourbon

€ 160

Al naso, questo è un bourbon classico e senza fronzoli, anche se con più note derivate dalla quercia, al caramello, alla vaniglia. In’aspettato da un whisky di sette anni. C’è una nota cremosa di cola che suggerisce un bel po ‘di segale mosto. Il signor Dylan e il suo team dicono di usare solo il 70% di mais, lasciando molto spazio ad altri cereali per mostrare la loro influenza. Il palato si apre con una morbida nota di cacao e burro, quindi si acuisce verso il pepe nero e il tabacco da sigaro. Il finale è leggermente amaro.

Double Barrel Whiskey

€ 160

Il Double Barrel, in cui diversi whisky sono stati miscelati e ulteriormente invecchiati insieme in un’altra botte, odora di dolci, bacche fresche e sciroppo per la tosse dei bambini; man mano che si sviluppa nel bicchiere, il suo naso diventa più scuro e legnoso, con una nota di vino liquoroso. Ha un sapore sorprendentemente astringente e medicinale, dato il naso. Una sensazione in bocca sottile e note di tabacco, pimento e fumo di legno, che si risolvono in pepe macinato. L’influenza del legno su questo è forte, forse troppo, ma sarebbe un bel sostituto per una segale a Manhattan.

Bob Dylan e il suo whisky

Bob Dylan e il suo whisky

Whisky e celebrità hanno una relazione intensa di solito. Ci piace vedere alcuni dei nostri attori e attrici preferiti “scoprire” il whisky, e fare le foto accanto a una botte. Non è come creare un whisky.

IL TUO PENSIERO CI INTERESSA
[Total: 1 Average: 5]